PIERPAOLO MICCOLIS

Pierpaolo Miccolis (Alberobello, 1985) vive e opera in Puglia. La sua formazione, prima come Tecnico e Stilista di moda, in seguito presso l’Accademia di Belle Arti di Bari, lo porta a creare con differenti linguaggi e media. Nelle sue opere ricorre all’installazione e alla fotografia, utilizza prevalentemente le tecniche pittoriche, specie l’acquerello, realizzando opere in ampli cicli tematici con una ricerca su fattori ambientali, botanici, etologici e metamorfici. I suoi soggetti, resi attraverso una concezione del corpo ironica e perturbante, assumono talvolta grandi formati producendo, tra ossessione e vanità, operazioni installative. Le più recenti sperimentazioni sono un’indagine antropologica sui riti esoterici praticati nel Mezzogiorno, evidenziando il carattere universale della superstizione e della magia. Protagonista dell’edizione 2018 di SETUP Contemporary Art Fair di Bologna, ha partecipato a numerose collettive e personali in gallerie e musei in Italia e all’estero; i suoi lavori sono presenti in collezioni pubbliche e private, tra cui la Fondazione Museo Pino Pascali. Tra le mostre più rilevanti: Induced Spirits, Spazio Microbà, Bari, Afrodita-Pierpaolo Miccolis, Alcenero, Bologna, 2012; Nella coda sta il veleno, Fondazione Pino Pascali, 2013; XVIII Biennale di Penne 2015; Premio Internazionale di Pittura “Zingarelli”, Rocca delle Macìe, Castellina In Chianti, 2010. Nel 2014 è stato protagonista di Contronatura, cortometraggio di Alessandro Piva incentrato sul rapporto tra l’artista, le sue opere e il territorio circostante. Nel 2015 un acquerello di Miccolis è stato scelto come copertina del saggio di Teodoro Custodero, dal titolo “Pensieri
superflui sullo spirito ai tempi di Facebook”, Pietre Vive Editore. Per la stessa casa editrice ha illustrato la raccolta di poesie di Elena Zuccaccia, “Ordine e mutilazione” del 2016 e di Daniela Gentile “Nulla sanno le parole” del 2017.

Facebook
Instagram
www.pierpaolomiccolis.com